Pastiera napoletana

La pastiera è una torta di pasta frolla farcita con un impasto a base di ricotta, zucchero, uova e grano bollito nel latte. La pasta è croccante mentre il ripieno è morbido. Il colore è giallo oro molto intenso. Il profumo e il sapore cambiano a seconda delle spezie e degli aromi utilizzati durante la preparazione. Nella ricetta classica gli aromi utilizzati sono cannella, canditi, scorze d’arancia, vaniglia e acqua di fiori d’arancio.

È un dolce tipico del periodo pasquale.

pastiera-napoletana

Ingredienti (circa  12 porzioni):
per la farcitura:

  • 8 etti di ricotta di pecora freschissima
  • 5 tuorli d’uovo e 2 uova intere
  • 500 g. di zucchero
  • g00 g. di grano cotto
  • 30 g. di burro
  • scorza grattugiata di un limone
  • 200 g. di canditi
  • un pizzico di cannella
  • un bicchiere di latte intero per il grano
  • un paio di fiale di aroma di fiori d’arancio o mezza bottiglietta
  • un altro bicchiere di latte da aggiungere all’impasto finale





per la pasta frolla:

  • 300 g. farina
  • 150 g. di zucchero
  • 150 g. di burro freddo da frigo
  • 2 tuorli d’uovo e un uovo intero
  • la scorza grattugiata di un limone
  • un pizzico di sale

Preparazione:

Impastare la pasta frolla senza lavorarla troppo e metterla in frigo per almeno mezz’ora.

In un pentolino mettere il grano già cotto col latte, il burro e la scorza del limone; cuocere per 10 minuti fino a che diventi crema.

Preparare la farcitura: sbattere i tuorli con lo zucchero, aggiungere la ricotta passata col passaverdura, gli albumi montati a neve, e via via anche gli altri ingredienti.

Stendere la maggior parte della pasta frolla (fate ad occhio, ma il guscio di frolla non deve essere molto sottile, ma neppure spesso.) su una teglia imburrata e infarinata (di circa 30 cm di diametro); Spennellarci sopra un po’ di aroma ai fiori d’arancio e disporvi la farcitura; col resto della pasta fare delle listarelle per decorare la superficie; Infornare a 150°C (dopo aver riscaldato il forno per 10 minuti a 180°C) e cuocere per 1 ora e mezza – due ore circa.

Linguine con prosciutto crudo e limone

linguine-al-limone-prosciutto-crudoIngredienti (per 4 persone):

  • 320 g di linguine
  • 1/4 cipolla tritata
  • 2 cucchiai rasi di olio extravergine d’oliva
  • 200 g di prosciutto crudo tagliato a dadini o a strisce non troppo sottili
  • 1 limone non trattato
  • sale e pepe.

Preparazione;
Si fa soffriggere la cipolla senza farla rosolare troppo nel l’olio. Subito dopo ci si aggiunge il prosciutto e dopo averlo soffritto ci mettiamo un mestolo di acqua di cottura.
Scoliamo la pasta al dente, la versiamo nella padella girandola spesso (se serve aggiungiamo un po’ di acqua di cottura in modo da formare una cremina). Grattiamo la buccia di un limone non trattato.

Zuppetta di rombo in bianco

Ingredienti (per 4 persone):

  • Rombo kg.1 ca.
  • 2 spicchi di aglio rosso
  • ½ lime (o limone)
  • prezzemolo
  • 2 foglie di salvia
  • 50 cl. d’ olio
  • sale q.b. qualche granello di pepe

Preparazione:
Questa è una ricettina semplice, veloce e sana. Dal pescivendolo, fatevi preparare il rombo, privato della pelle del dorso (quella nera) e della testa (ma non gettatela), a filetti verticali.
Con la testa, insieme a mezza cipolla, una costola di sedano, un ciuffo di prezzemolo, una carota ed un datterino, fate un fumetto….ve ne servirà un bicchiere.
Dunque, prendete una padella, versate l’ olio, unite i due spicchi d’ aglio schiacciati e adagiatevi i filetti di rombo, tagliate a fettine sottili il mezzo lime e adagiatele sui filetti, metteteci il pepe in grani (poco) e per ultimo mettete qualche ciuffo di prezzemolo al naturale, aggiustate di sale e versate. ci il bicchiere di fumetto. Coprire con un coperchio e lasciate cuocere a fuoco dolce per ca. 15 minuti, ogni tanto agitate la padella in modo che il pesce rilasci i suoi umori.
Servire i filetti con dei crostoni di pane abbrustolito e accompagnate il tutto con un bianchello del Metauro.

Ricetta di Alessandro Carosi

Risotto al tè verde con asparagi e shiitake – BIO

Ricetta vegana e gluten free

risotto_the_verde

Ingredienti (per 4 persone):

  • 200 gr di riso Ribe semintegrale lungo per risotti Ecor
  • 250 gr di asparagi (1 mazzo)
  • 200 gr di cipolle (1 cipolla)
  • 600 ml di tè verde Lissa
  • 50 gr di shiitake
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva Redoro (15gr a cucchiaio)
  • 1 cucchiaino di sale integrale

Ingredienti da Bioconviene:

  • riso Ribe semintegrale lungo per risotti 1 kg
  • tè verde al limone 1,5 l,
  • olio extravergine d’oliva Redoro
  • reparto ortofrutta: asparagi, cipolla

Preparazione:
La sera prima o almeno due ore prima, mettete il riso in acqua e limone e gli shiitake in acqua tiepida. Scolate e sciacquate il riso sotto l’acqua corrente e mettetelo in una pentola spennellata con un cucchiaio di olio extravergine d’oliva a fuoco vivo. Fatelo tostare per un minuto e aggiungete il tè verde.
Coprite la pentola e lasciate cuocere per 40 minuti rimescolando di tanto in tanto e verificando che il riso sia sempre coperto dal tè.
Nel frattempo mettete sul fuoco una padella spennellata con un cucchiaio di olio extravergine d’oliva. Tritate finemente la cipolla e poi mettetela a soffriggere a fuoco lento nella padella preparata precedentemente.
Lavate gli asparagi ed eliminate la parte bianca del gambo. Tagliateli ora a rondelle molto sottili e tenete da parte le punte. Versate le rondelle assieme alla cipolla e mescolate, aggiungete 2 dita d’acqua, coprite con il coperchio e lasciate cuocere.
A parte tagliate a fettine gli shiitake precedentemente ammollati e metteteli a cuocere nella loro acqua di ammollo per 15-20 minuti assieme a mezzo cucchiaino di sale e qualche erba aromatica a vostra scelta.
Quando i funghi avranno assorbito quasi tutta l’acqua, aggiungete le cime degli asparagi e mescolate; coprite e fate cuocere per altri  minuti.
Quando i gambi degli asparagi e la cipolla avranno assorbito tutta l’acqua sono pronti. Raccoglieteli quindi in un contenitore appropriato e frullateli fino ad ottenere una salsa cremosa.
Aggiungete la crema di asparagi al risotto ed ultimate la cottura di quest’ultimo (altri 5 minuti).
Aggiungete ora anche i funghi e le punte di asparago al riso, tenendone da parte un po’ per decorare i piatti.
Mescolate bene, aggiustate di sale e pepe e servite. Decorate con un filo di olio, i funghi e le punte di asparago.
Servite caldo.

Torta mimosa – Cucinare Meglio – Ricetta

Ingredientitorta-mimosa

  • 500 g di pan di spagna
  • 3 tuorli d’uovo
  • 3 cucchiai di farina bianca
  • 50 cl di latte parzialmente scremato
  • 1/2 cucchiaio di scorzette di limone
  • 1 bustina di vaniglina
  • 75 cl di acqua
  • 3 arance bionde
  • 240 g di zucchero

Preparazione:
Fate scaldare il latte in un pentolino. Montate in una casseruola con un fondo ad alto spessore le uova con lo zucchero, la farina setacciata e la vaniglia. Mescolate con cura fino a quando gli ingredienti si saranno amalgamati ed aggiungete il latte caldo. Eseguite questultima operazione mescolando velocemente con una frusta, altrimenti il latte caldo potrebbe far rapprendere le uova. Immergete la scorza pulita del limone e mettete la casseruola sul fuoco basso, mescolando continuamente finché non raggiunge lebollizione. Togliere la crema dal fuoco prima che si formino dei grumi e togliete la scorza di limone. Fate raffreddare e aggiungetevi la panna montata con un po di vaniglia. Finita la preparazione della crema iniziate quella dello sciroppo. Mettere lacqua, la buccia di tre arance, lo zucchero e il liquore in una pentola, facendo bollire per 10 minuti. Togliete dal composto le bucce darancia e lasciate raffreddare. Tagliate il pan di Spagna in due dischi orizzontali. Scavate la parte inferiore della torta formando una cavità in cui mettere la crema chantilly, lasciandone da parte un terzo circa per la copertura. Spennellate di sciroppo le due parti di torta e richiudete con il disco superiore rovesciato. Spalmate la crema chantilly sulla superficie e sui bordi della torta, coprite con la mollica sbriciolata, premendo leggermente per farla aderire. Sistemare la torta su un vassoio e tenere in frigo fino al momento di servirla.

Ricetta e foto da: Torta mimosa – Cucinare Meglio – Ricetta.

1 2 3 7