Pisarei e fasò (ovvero Gnocchetti con sugo di fagioli)

Ingredienti:pisarei-e-faso
per la pasta:

  • 200 g di farina bianca
  • 100 g di pangrattato
  • un bicchiere  di acqua calda
  • un pizzico di sale

per il brodo:

  • 200 g di battuto di lardo (o pancetta tesa) con uno spicchio d’aglio
  • un pugnetto di prezzemolo
  • una cipollina,
  • una piccola costa di sedano
  • una carota
  • due foglie di basilico
  • una grossa noce di burro
  • due cucchiai di olio d’oliva
  • 150 g di cotenne fresche di maiale
  • 200 g di fagioli borlotti secchi (messi in ammollo in acqua 8/10 ore prima),
  • 100 g di formaggio grana grattugiato
  • pepe nero macinato fresco
  • sale (se il brodo alla fine non risultasse saporito a sufficienza, invece del sale, aggiustare con dado)

Preparazione :
Sulla spianatoia disporre la farina a fontana, al centro della fontana collocare il pangrattato, scottare il pane con l’acqua calda, aggiungere il sale ed impastare iniziando ad amalgamare con la forchetta. Lasciar riposare l’impasto per trenta minuti circa. Con la pasta riposata, formare delle bisce di circa mezzo centimetro di larghezza, strappare dalla biscia dei tocchetti di pasta lunghi un centimetro, indi sulla spianatoia, imprimere col pollice una leggera pressione al tocchetto di pasta strusciandolo in avanti, fino all’ottenimento di uno gnocchetto cavo all’interno.
Porre in pentola il burro, l’olio ed il battuto; far fondere il battuto a fuoco molto basso per circa 15 minuti. Quando il battuto sarà sciolto, aggiungere i fagioli scolati rimestando alcune volte per insaporirli, aggiungere tredici mestoli (circa tre litri) d’acqua e portare lentamente a bollore.
Fiammeggiare le cotenne, lavare in acqua fredda corrente per togliere l’odore della strinatura. disporre le cotenne in un tegame coperte di acqua, farle bollire per alcuni minuti, toglierle dal tegame ancora calde e raschiarle attentamente al fine di togliere da una parte l’eventuale grasso rimasto e dall’altra i peli residui. Tagliare le cotenne a tocchetti di un centimetro di lato.
A metà cottura dei fagioli (circa un’ora), aggiungere in pentola le cotenne ed ultimare la cottura.
A cottura ultimata , aggiungere i “pisarei” che cuoceranno in circa dieci minuti. Spegnere il fuoco, aggiungere metà del formaggio, rimestare. I piatti serviti verranno spolverati con il rimanente formaggio. pepe e sale a piacere.

Melone col riso

 Ingredienti:

  • 1/2 melone
  • 1 peperone rosso
  • 2 salsicce
  • 2 fette di prosciutto
  • 50 g di crema di formaggio
  • 200 g di riso
  • olio d’oliva
  • sale e pepe q.b.
  • aceto di mele q.b.

Preparazione:
Bollite il riso, scolatelo e raffreddatelo sotto l’acqua corrente. Lavate il melone ,tagliatelo a metà e togliete i semi. Bollite le salsicce e tagliatele a fettine. Fate delle striscioline con il prosciutto e il peperone. Mettete il riso in una ciotola grande, aggiungete tutti gli ingredienti e un po’ di polpa di melone tritato. Mescolate,aggiungendo l’olio d’oliva e un po ‘di aceto di mele. Mettete il ripieno nel melone.


Coda alla vaccinara

Ricetta coda alla vaccinara, ricetta tipica della tradizione romana

 Ingredienti (per 4 persone):

  • coda di vaccina Kg 1
  • sedano, cipolla, carota,  aglio
  • olio d’oliva, sale
  • pepe, prezzemolo
  • vino rosso mezzo bicchiere
  • salsa di pomodoro g 300

Tempo di preparazione: 2 ore e 15 minuti

Preparazione e cottura: Far colorire la carne in un tegame con: l’olio e un trito di cipolla, sedano, carota, aglio e prezzemolo, tagliati finemente . Regolare di sale e pepe. Quando la carne sarà colorita versare il 1/2 bicchiere di vino rosso e non appena sarà evaporato aggiungere la salsa di pomodoro. Aggiungere sempre acqua e far cuocere a fuoco basso e con  il coperchio per circa 2 ore fino a che il sugo diventi denso.

Fonte: Il Mio Lazio – V 0.1 – Ricetta coda alla vaccinara.

Tacchino,provola e speck

IngredientiTacchino provola e speck

  • 3 fettine di fesa di tacchino
  • 3 fettine di speck
  • 3 fettine di provola affumicata
  • ½ bicchiere di vino bianco secco
  • 3 cucchiai d’olio d’oliva
  • pepe q.b.
  • Un pizzico di sale

Preparazione:
In una padella antiaderente cuocere le fettine di tacchino con un po’ di pepe e sale per circa 25 minuti. In una pirofila oleata mettere su ogni fetta di tacchino una fetta di speck e una di provola affumicata.
Infornare a 150° per 1 minuto giusto il tempo di far fondere il formaggio evitando così che lo speck diventi troppo salato in cottura.

Ricetta e foto via web da Tacchino,provola e speck – Nonnastella.com.

Spaghetti con i gamberi

Ingredienti (per 4 persone):

  • 350 g di spaghetti
  • almeno 4-5 gamberi per persona
  • 400 g di pelati
  • aglio
  • olio d’oliva
  • sale
  • vino bianco
  • prezzemolo

Preparazione:
Fate imbiondire uno spicchio d’aglio nell’olio senza farlo annerire. Unite i gamberi lavati e fateli rosolare per qualche minuto. Bagnate con un bicchiere di vino bianco e lasciate insaporire finché evapora. Aggiungete pelati schiacciati e fate cuocere per circa 20 minuti. Eliminate l’aglio, salate e pepate.
Lessate gli spaghetti e fateli  saltare  nel sugo dopo aver messo da parte i gamberi.
Impiattate, coprite con i gamberi, spolverizzate con prezzemolo tritato e servite.

via web da Prodotti tipici siciliani

1 2 3 4