Involtini di pollo con salsina alla salvia

involtini-di-pollo_alla_salviaGli involtini di pollo sono un piatto delizioso, una vera prelibatezza alla quale difficilmente si riesce a resistere, anche e soprattutto per la golosissima salsina al profumo di salvia che arricchisce il piatto.

Ingredienti per 6 persone

  • 6 fette di petto di pollo tagliate sottili
  • 100g prosciutto cotto
  • 50g fontina
  • 150ml di acqua tiepida
  • Mezza cipolla
  • 1 gambo di sedano
  • 1 carota
  • 1 dado vegetale
  • Sale q.b.
  • Vino bianco q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Salvia q.b.

Preparazione:

Affetta la fontina realizzando tante fettine sottili e strette. Prepara un trito di cipolla, carota e sedano da sistemare in un tegame con olio extra vergine di oliva.

Stendi su un piano le fettine di petto di pollo e posa sulla carne un po’ di prosciutto crudo con qualche fettina di fontina.  Arrotola la carne partendo da un’estremità verso l’altra. Per fissare il pollo utilizza uno stuzzicadenti che andrà infilzato per chiudere i due lembi di carne.

Infarina da tutti i lati gli involtini e, subito dopo, senza perdere molto tempo, fai rosolare il trito di cipolla e sedano preparato poco prima. A rosolatura avvenuta adagia nell’olio gli involtini di pollo, facendoli roteare nell’olio con la cipolla e la carota, regola di sale, aggiungi qualche fogliolina di salvia, un po’ di pepe nero e fai cuocere a fiamma lenta senza coperchio.

Sfuma con vino bianco e fai cuocere fino a completa essiccazione del vino. Aggiungi nel tegame 150ml di acqua tiepida nella quale avrai precedentemente disciolto un dado vegetale; continua a far cuocere con coperchio a fiamma non troppo vivace per un quarto d’ora. Gira gli involtini più volte cosicché da farli rosolare da tutti i lati. Impiatta e servi gli involtini ben caldi.

Ricetta di Luna – Blog CucinaConLuna

Linguine con prosciutto crudo e limone

linguine-al-limone-prosciutto-crudoIngredienti (per 4 persone):

  • 320 g di linguine
  • 1/4 cipolla tritata
  • 2 cucchiai rasi di olio extravergine d’oliva
  • 200 g di prosciutto crudo tagliato a dadini o a strisce non troppo sottili
  • 1 limone non trattato
  • sale e pepe.

Preparazione;
Si fa soffriggere la cipolla senza farla rosolare troppo nel l’olio. Subito dopo ci si aggiunge il prosciutto e dopo averlo soffritto ci mettiamo un mestolo di acqua di cottura.
Scoliamo la pasta al dente, la versiamo nella padella girandola spesso (se serve aggiungiamo un po’ di acqua di cottura in modo da formare una cremina). Grattiamo la buccia di un limone non trattato.

Lasagna agli asparagi e crescenza – BIO

Lasagna agli asparagi e crescenza - BIO
Ingredienti (per 4 persone):

Per la lasagna

  • 2 uova
  • 200 gr di farina
  • sale

Per il ripieno

  • 700 g di asparagi (pesato prima degli scarti)
  • 300 g di crescenza
  • 400 g di piselli
  • 2 cucchiai di menta fresca
  • 2 cucchiai di Parmigiano grattugiato
  • olio extravergine d’ oliva

Ingredienti da Bioconviene:

  • crescenza
  • uova
  • olio extra vergine di oliva

Preparare la pasta per la sfoglia impastando la farina con le uova ed un pizzico di sale.
Lasciar riposare la pasta coperta da un panno pulito per circa 30 minuti. Stendere la sfoglia sottile con l’ aiuto di un mattarello oppure con la macchina per la pasta. Ritagliare 20 rettangoli di pasta delle stesse dimensioni. Pulire gli asparagi e cuocerli a vapore insieme ai piselli. Frullare i piselli con le foglioline di menta, il parmigiano e due cucchiai d’ olio.
Cuocere la pasta in abbondante acqua salata e con un goccio d’ olio per evitare che le sfoglie si attacchino in cottura. Scolare le sfoglie di pasta e lasciarle asciugare su un panno pulito.
Ungere con l’ olio una pirofila ed assemblare la lasagna: formare un primo strato di lasagna, spalmare la crema di piselli sulla pasta, disporre qualche punta d’ asparago e qualche fiocco di crescenza sulla crema.
Proseguire fino ad esaurimento degli ingredienti.
Cuocere in forno già caldo a 200° per circa 30 minuti, fino a che la sfoglia sarà dorata.

Code di rana pescatrice alla porchetta su dolce letto di peperoni

Code di rana pescatrice alla porchetta su dolce letto di peperoni
Ingredienti
:

  • 2 code di rana pescatrice (coda di rospo) già pulite e senza pelle
  • 2 peperoni, uno rosso ed uno giallo
  • 1 etto di porchetta affettata sottile
  • Vino bianco secco frizzante (meglio il Pinot)
  • 1 cucchiaino da caffé (raso) di zucchero tipo Zefiro
  • Sale, pepe bianco e nero, burro, olio extravergine d’oliva q.b

Preparazione:
PESCE :
Tagliate in due le code per il lungo, eliminando la nervatura centrale (così è completamente commestibile, non ci sono lische) risciacquatele sotto l’acqua fredda e rigiratele sulla carta da cucina per farle asciugare il più possibile.
PEPERONI :
Lavateli, svuotateli della parte interna e tagliateli a strisce di 1/2 cm., con l’accortezza di tenere i due colori separati nelle due metà della padella (se pensate di non riuscirci, usate due padelle)
In una padella abbastanza larga, mettete un filo d’olio ed i peperoni.
Salate e pepate (col nero), entrambi solo leggermente, ed appena iniziano a soffriggere aggiungete mezzo dito in padella di vino bianco (cioè deve esserci mezzo dito di vino sul fondo). Quando è quasi evaporato, aggiungete un dito in padella di acqua, e poi ripetete altre 2 volte (passerà minimo un quarto d’ora, se non di più..). Poi fate evaporare del tutto, finché rimangono senza liquido, ma non completamente asciutti. Spolverate con un cucchiaino da caffè (raso) di zucchero fine (non a velo, sempre il semolato ma fine…tipo lo Zefiro per capirci meglio, non fa granelli in bocca), aggiungete mezza noce scarsa di burro, rimestare finché fonde, poi spegnere e lasciare in padella.
In un’altra padella fate sciogliere mezza noce di burro ed aggiungete le fette di porchetta che avrete tagliato a quadratini di circa 1 cm. Continuate a rimestarlo, e fate sfrigolare finché comincia a diventare un po’ croccante e scoppiettare. Spegnere e lasciare in padella.
In un’altra padella fate soffriggere nell’olio d’oliva dello scalogno tritato fine, e salatelo subito (così non bruciacchia . Appena inizia a colorirsi, aggiungete un goccio di vino bianco, continuando per 5 minuti.
Aggiungete il pesce, un filo d’olio e fatelo rosolare per 8/10 minuti continuando a rigirarlo ed a bagnarlo col vino bianco, poi coprire la padella e spegnere.

In un piatto di portata create una base di strisce di peperoni rossi da una parte e gialli dall’altra, poi adagiate sopra le code e cospargetele con la porchetta (come nella mia foto). Poi con un cucchiaio raccogliere il liquido di cottura del pesce (ma non lo scalogno) e bagnatelo leggermente.
Con questi ingredienti ci potete fare un giusto assaggio per 4 persone, un piatto a misura per 2, oppure una singola mangiata… per togliervi la voglia !
Serve quasi un’ora, ma se fate tutto perfettamente come vi ho detto, è un piatto che merita.

Ringraziamo CiccioMasterChef che ha voluto condividere con noi questa gustosa ricetta.

Potete trovarlo su Facebook alla pagina www.facebook.com/CiccioMasterChef

Fave con cipolla e pancetta


Ingredienti (per 4 persone)
:

  • 1 kg di fave già pulite
  • 3 cipolle fresche
  • 200 g di pancetta affumicata
  • 3 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:
In una padella dai bordi alti versare l’olio e rosolare a fiamma bassa le cipolle tritate, aggiungere la pancetta a striscioline e fatela rosolare per un minuto circa a fuoco medio, successivamente aggiungete le fave regolare di sale e cuocere con il coperchio fino a quando queste non risultano morbide. Se necessario, per non far rinsecchire le fave, durante la cottura aggiungete un po’ d’acqua tiepida o del vino bianco.

1 2 3