Torta di mele

Ingredienti:

per la pasta:

  • 320 g di farina 00
  • un pizzico di sale
  • mezzo cucchiaino di lievito per dolci
  • 200 g di burro
  • 7 cucchiai di acqua fredda
  • 1 cucchiaio di aceto di mele

per il ripieno:

  • 5 mele granny smith
  • 100 gr di zucchero bianco
  • circa mezzo vasetto di marmellata di kiwi e uva spina

 

Preparazione:
Tagliare il burro a pezzetti e unirlo alla farina, il lievito, il sale l’acqua e l’aceto e impastare il tutto. Creare una palla e farla riposare in frigo per circa un’ora.

Nel frattempo sbucciare le mele, togliere il torsolo, tagliarle a cubetti piccoli, unire lo zucchero e metterle da parte.

Dividere l’impasto in due e e stendere due dischi con il mattarello. Mettere il primo disco di pasta in una tortiera da 22 cm. Distribuito le marmellata sul disco di pasta, anche sui bordi. Aggiungere le mele, scolandole bene. Coprire il tutto col secondo disco di pasta e chiudere bene ai bordi. praticare quattro tagli sulla sommità della torta e infornare a 215° per circa 50 minuti.

Pie di pere, amaretti e cioccolato

Ingredienti:
Per la pasta frolla:

  • 150 g di burro freddo
  • 400 di Farina
  • 2 Uova medie
  • 1 bustina di Vanillina
  • 120 g di zucchero semolato

Per il ripieno:

  • 100 g di amaretti
  • 1 bicchierino di Amaretto (liquore)
  • 50 g di burro
  • 3 cucchiai di Cacao in polvere
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 4 pere abate
  • 120 g di zucchero

Preparazione:

Preparate la pasta frolla con le dosi segnate nella scheda ingredienti e il procedimento che trovate spiegato molto bene sul sito Il cucchiaio d’argento . Formate il panetto con la frolla, copritelo con pellicola e mettetelo in frigo a riposare per almeno 1h.

Sbucciate le pere, togliete il torsolo interno e tagliatele in dadolata fine. Ponete una casseruola sul fuoco con il burro quando questo si sarà sciolto aggiungete le pere e fate cuocere a fuoco medio per circa 3-4 minuti; nel frattempo riunite nel mixer gli amaretti con il cacao e tritate finemente fino a ridurre in polvere. Aggiungete l’Amaretto di Saronno alle pere lasciate sfumare e abbassate il fuoco; aggiungete alle pere lo zucchero mescolato con la cannella e poi la polvere di amaretti e cacao mescolate bene con un cucchiaio di legno e fate cuocere fino a che le pere siano morbide, circa 20 minuti; trasferite il composto in una terrina e fate intiepidire. Prendete il panetto di frolla e tagliatene due terzi che vi serviranno per la base della torta; stendete in una sfoglia di circa 3 mm di spessore e foderate uno stampo da crostata di 23 cm; eliminate la frolla in eccesso e versatevi il composto di pere; spennellate i bordi con l’uovo intero sbattuto e poi stendete anche la seconda parte di frolla con gli avanzi dei bordi e coprite lo stampo ) premendo delicatamente sul bordo; tagliate l’eccesso di frolla e fate aderire bene i due strati; con i rebbi di una forchetta bucherellate i bordi così che in cottura l’umidità del ripieno possa fuoriuscire senza rovinare la torta; con la frolla avanzata potete creare delle decorazioni che disporrete a piacere sulla superficie della torta dopo averla spennellata con l’uovo . Ponete le decorazioni a vostro piacere sulla superficie di pasta, spennellate nuovamente con l’uovo e infornate in forno caldo a 190° a cuocere per circa 45-50 minuti. Se dovesse prendere troppo colore dopo i primi 20 minuti potete abbassare la temperatura a 180° e proseguire fino a termine della cottura

Ricetta e foto di Elsa Piccolini

Pesche grigliate con salsa alla vaniglia e timo limone

Pesche-grigliate-con-salsa-alla-vaniglia-e-timo
Ingredienti (per 4 persone)
:

  • 6 pesche nettarine
  • 350 g di latte intero
  • 20 g di amido di tapioca
  • 100 g di zucchero di canna chiaro
  • 1 bacca di vaniglia
  • 1 tuorlo d’uovo
  • 1 rametto di timo limone

Preparazione:
Prendete le pesche, lavatele e tagliatele a metà privandole del nocciolo. Fatele cuocere sulla griglia rivolte verso il basso, per 10 minuti a fuoco medio.
Nel frattempo preparate la salsa mettendo a scaldare il latte. Aggiunte al latte i semi di una bacca di vaniglia e la bacca aperta.
In una ciotola capiente sbattete il tuorlo con lo zucchero per 5 minuti, aggiungete l’amido di tapioca e amalgamate bene. Levate la bacca di vaniglia dal latte e unitelo a filo all’uovo sbattuto, mescolando con una frusta. Unite quindi anche le foglie di timo limone e mescolate.
Quando il composto sarà ben amalgamato, trasferitelo nella casseruola dove avete scaldato il latte in precedenza e rimettetelo sul fuoco. Fate addensare la salsa alcuni minuti su fuoco dolce mescolando continuamente.
Disponete le pesche nei piatti da portata, versate su ogni pesca un cucchiaio di salsa alla vaniglia ancora calda, e servite.

Ricetta a cura di Benedetta Marchi di FashionFlavors

Pastiera napoletana

La pastiera è una torta di pasta frolla farcita con un impasto a base di ricotta, zucchero, uova e grano bollito nel latte. La pasta è croccante mentre il ripieno è morbido. Il colore è giallo oro molto intenso. Il profumo e il sapore cambiano a seconda delle spezie e degli aromi utilizzati durante la preparazione. Nella ricetta classica gli aromi utilizzati sono cannella, canditi, scorze d’arancia, vaniglia e acqua di fiori d’arancio.

È un dolce tipico del periodo pasquale.

pastiera-napoletana

Ingredienti (circa  12 porzioni):
per la farcitura:

  • 8 etti di ricotta di pecora freschissima
  • 5 tuorli d’uovo e 2 uova intere
  • 500 g. di zucchero
  • g00 g. di grano cotto
  • 30 g. di burro
  • scorza grattugiata di un limone
  • 200 g. di canditi
  • un pizzico di cannella
  • un bicchiere di latte intero per il grano
  • un paio di fiale di aroma di fiori d’arancio o mezza bottiglietta
  • un altro bicchiere di latte da aggiungere all’impasto finale





per la pasta frolla:

  • 300 g. farina
  • 150 g. di zucchero
  • 150 g. di burro freddo da frigo
  • 2 tuorli d’uovo e un uovo intero
  • la scorza grattugiata di un limone
  • un pizzico di sale

Preparazione:

Impastare la pasta frolla senza lavorarla troppo e metterla in frigo per almeno mezz’ora.

In un pentolino mettere il grano già cotto col latte, il burro e la scorza del limone; cuocere per 10 minuti fino a che diventi crema.

Preparare la farcitura: sbattere i tuorli con lo zucchero, aggiungere la ricotta passata col passaverdura, gli albumi montati a neve, e via via anche gli altri ingredienti.

Stendere la maggior parte della pasta frolla (fate ad occhio, ma il guscio di frolla non deve essere molto sottile, ma neppure spesso.) su una teglia imburrata e infarinata (di circa 30 cm di diametro); Spennellarci sopra un po’ di aroma ai fiori d’arancio e disporvi la farcitura; col resto della pasta fare delle listarelle per decorare la superficie; Infornare a 150°C (dopo aver riscaldato il forno per 10 minuti a 180°C) e cuocere per 1 ora e mezza – due ore circa.

La Torta di Carote (by Charles)

La Torta di Carote (by Charles)

Adoro le carote e da bambino ne mangiavo tante. Vi propongo la mia Carrot Cake, la tipica versione americana ma rivista ed adattata ai nostri gusti, dettati da una cultura italiana più delicata. Ma la cosa che caratterizza questa torta è proprio la presenza concentrata delle carote.
Non ho mai concepito una carrot cake che avesse dentro di tutto e di più, penalizzando il gusto vegetale della carota, e pertanto pinoli, uvetta, canditi, liquori sono decisamente esclusi dalla ricetta, mentre invece ho lasciato una delicata nota speziata di cannella regina e noce moscata.

 

La-migliore-torta-di-carote2Ingredienti:

Per la Carrot Cake:

  • 250 g di olio di girasole
  • 200 g di zucchero semolato
  • 220 g di zucchero di canna grezzo
    300 g di farina 00
  • 5 uova
  • 1 cucchiaio di estratto di vaniglia
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 1 cucchiaino di sale fino
  • 1/2 cucchiaino di noce moscata
    90 g di farina di nocciole
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 450 g di carote (già spellate)

Per la farcitura e copertura:

  • 250 g di Philadelphia classico
  • 200 g di burro
  • 1 cucchiaio di estratto di vaniglia
  • 1/2 cucchiaino di sale fino
  • 400 g di zucchero a velo
  • nocciole in granella e pasta di zucchero q.b. per decorare (opzionale)

The-Carrot-Cake-by-CharlesPreparazione:
Per iniziare spellate le carote e tritatele nel mixer. Lasciatele da parte in una ciotola.

In una ciotola capiente mettete l’olio, lo zucchero semolato e quello di canna e miscelate il tutto. Aggiungete le uova una per volta, poi la vaniglia e continuate a miscelare. Potete utilizzare anche le fruste elettriche.

In un’altra ciotola miscelate la farina, la cannella, la noce moscata, il sale e il lievito. Aggiungere poi questi ingredienti al composto di prima. Continuate a mescolare fino a spumare leggermente. Aggiungete la farina di nocciole e le carote tritate in precedenza.

Imburrate ed infarinate uno stampo alto a cerniera e versateci il composto così ottenuto. Cuocete la torta in forno statico e preriscaldato a 180° C per circa 45 minuti/1 ora o fino a quando non risulterà cotta al centro (rif. prova dello stecchino).

Una volta cotta toglietela dal forno e capovolgetela delicatamente su un cannovaccio e lasciatela raffreddare completamente in quella posizione. In questo modo otterrete una Carrot Cake ben piatta.

Nel frattempo preparate la farcitura:
Con uno sbattitore elettrico (fruste) montate il burro ammorbidito e la Philadelphia per circa 1 minuto o fino a quando non risulterà un composto ben amalgamato e liscio (senza grumi). Aggiungete la vaniglia e il sale e continuate a montare a velocità media. Gradualmente versate lo zucchero a velo e sempre continuando a lavorare con le fruste elettriche.
La vostra crema è pronta! Potete conservarla in frigorifero fino al completo raffreddamento della torta.

Riprendete la torta e dividetela in tre parti. Farcite entrambi i dischi con la crema e richiudetela.

Cospargete la torta con la crema rimanente e livellate aiutandovi con la spatola. Attorno alla torta versate la granella di nocciola e, sempre con la spatola, cercate di farla aderire lungo tutto il bordo torta.

Per dare un effetto in più potete decorare la Carrot Cake con delle piccole carotine in pasta di zucchero.

Ponete la torta in frigorifero per un’ora prima di servirla. Consiglio comunque di toglierla dal frigorifero almeno mezz’ora prima di servirla.

Ricetta di: Charles Andry Sito: www.pasticciando.it

1 2 3 12